Pagine

martedì 14 giugno 2011

La mosca cocchiera

Un carrozzone tirato da sei cavalli saliva su per una via erta, rotta, sabbiosa. I viaggiatori erano scesi e facevano a piedi il tratto di strada per alleggerire ai cavalli il peso e la fatica; tuttavia i cavalli sudavano e soffiavano. Sopraggiunse una mosca.

"Per fortuna sono arrivata io!" esclamò.

E cominciò a ronzare negli orecchi degli animali, a pungere ora questo ora quello, or sul muso or sul dorso. Poi si sedette sul timone , poi si posò sul naso del cocchiere , poi volò sul tetto della carrozza. Andava , veniva , affannata, e brontolava e squillava:

"Bel modo di fare! Se non ci fossi io! Guarda! Il prete legge il breviario. Quella donna canta. Quei due parlano dei loro affari. Il cocchiere sonnecchia. A darmi pena sono io sola. Tocca a me far tutto. Tutto cade sulle mie spalle. Ah che lavoro!"

Finalmente dalli e dalli, la carrozza giunse al termine della salita, dove ricominciava la via piana. I viaggiatori ripresero il loro posto; il cocchiere fece schioccare la frusta; i cavalli si rimisero al trotto. Sul tetto del carrozzone la mosca trionfava.

"Li ho condotti, eh, fin quassù ! Se non c’ero io!" - si lagnava.

"Nemmeno grazie mi dicono. Dopo tutto ciò che ho fatto."

Tra gli uomini quante mosche cocchiere!

Da Jean de La Fontaine, Favole

***

Cos'altro poteva venirmi in mente dopo che ieri sera ho sentito Pierferdinando Casini che diceva che i voti del terzo polo sono stati determinanti per la vittoria del referendum? Se non è una scemenza è almeno una ovvietà, visto che ad essere determinante è ogni voto, dal primo all'ultimo. Altrimenti dovremmo trovare quel cittadino che ha fatto superare il 50% dei voti, e solo a quel cittadino alzare un monumento!

7 commenti:

  1. Siamo tutti noi ad aver vinto. Questi qui stanno straparlando e ormai la gente li sente a naso.

    Buongiorno Italia.

    RispondiElimina
  2. presto diranno che hanno promosso i referendum, raccolto le firme, fatto la campagna referendaria e che le leggi abrogate sono state fatte dai comunisti quando governavano l'Italia...

    RispondiElimina
  3. Vabbè, ma Casini parla, ma mica poi bisogna proprio starlo a sentire...

    RispondiElimina
  4. paragone bellissimo!! La vittoria bisogna dire al caro Casini è stata merito degli Italiani, che finalmente si sono stancati di stare a guardare...

    RispondiElimina
  5. Penosi nel cercar di far loro una vittoria che è senza bandiera, una vittoria della gente che è stanca di esser presa per il culo...

    RispondiElimina
  6. Penso che questa volta siano andati a votare tanti giovani ed è questo l'aspetto sostanziale: la loro speranza. E ora una grande campagna per il lavoro.

    RispondiElimina
  7. Ieri su La stampa c'era questo bell'articolo che riassumeva l'esito del referendum. Di mosche cocchiere ce n'è fin troppe e francamente sono disgustato dal vederle vomitare parole a destra e manca.
    Benvenuto Giulio e grazie della tua visita.

    RispondiElimina

Adoro lo scambio di opinioni e i commenti mi fanno molto piacere ma se stai scrivendo qualcosa che riterrò offensivo o di cattivo gusto allora il commento non avrà risposta e sarà cancellato.
Per evitare spam la moderazione è attiva solo per post di più di 30 giorni.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...