Pagine

mercoledì 12 gennaio 2011

Virtù in saldo

Dal sito di MicroMega rinnovando l'invito ad aderire all'appello La società civile con la Fiom: "Sì ai diritti, No ai ricatti".

Margherita Hack: “Ma che paese è diventato l’Italia?”

di Margherita Hack

Ma che paese è diventato l'Italia? Due fatti completamente scollegati fra loro ma che riempiono di amarezza.

1) 11 gennaio 2011. Il prepotente ricatto di Marchionne; se vince il no la Fiat va in Canada. Di fronte a una minaccia che vorrebbe dire disoccupazione in massa per un'intera città, e non solo, quale operaio avrà il coraggio di difendere i propri diritti? E il governo è completamente assente, preoccupato solo dei propri dissidi interni, dei processi del premier o del federalismo, che probabilmente vorrà dire solo raddoppio delle poltrone e dei costi.
È questo che significa liberismo? Tornare all'800 del Padron delle ferriere? E tutti gli aiuti statali che la Fiat ha avuto per decenni ? Perchè non li ha utilizzati per fare ricerca innovativa, sia per quanto riguarda le tecniche di produzione e di assemblaggio, sia per quanto riguarda le innovazioni tecnologiche sulle macchine? O si vuol so-stenere che tutti gli operai italiani sono dei fannulloni mentre tutti gli stranieri sono gran lavoratori?

2) 6 gennaio 2011, Trieste. Una bambina di 6 mesi affetta da atrofia muscolare spinale e in attesa di essere curata con le cellule staminali da un eccellente pediatra triestino, Marino Andolina, è vittima di un improvviso stop. Il Comitato bioetico di Trieste dovrà decidere se l'intervento è MORALMENTE FATTIBILE. Non se possa essere utile o no, se è MORALE! Così ha deciso il giudice di Venezia Paola Ferretti.
Sul Piccolo di martedì 11 gennaio interviene Franco Panizon, già direttore della clinica pediatrica Burlo Garofalo e già maestro di Andolina: “Ci si chiede se Andolina ha seguito il protocollo… Ma cos'è un protocollo ? Non è una tavola della legge. Nessun protocollo è stato dettato da Dio agli uomini. Un protocollo è una linea di condotta pensata da uomini esperti, basata sulla logica delle cose e rivalutata e corretta continuamente sulla base dei risultati".

Una volta davanti a due fatti come questi intere città si sarebbero mobilitate indignate. L'indignazione, una virtù che l'Italia ha dimenticato, interessata piuttosto alla corsa per i saldi.

Felice 2011.

(12 gennaio 2011)

2 commenti:

  1. Se c'è ancora una rara novità nell'orizzonte oscuro sono le parole rare di rari intellettuali che raramente sono ascoltati. La classe operaia è, e ancora nessuno l'ha coscientizzato, enormemente incazzata. Le lacrime mediatiche di quel lavoratore sono lacrime di rabbia repressa che sta per eplodere! Ciao!

    RispondiElimina
  2. River, non sono le voci degli intellettuali a mancare, semmai il problema è che abbiamo le capre a pascolare nel prato della politica, a destra come a sinistra, ed è solo a queste capre che le pecore mediatiche danno voce. Le lacrime di quell'uomo mi hanno fatto urlare di rabbia, tanto da non essere riuscito a parlarne... un saluto a te.

    RispondiElimina

Adoro lo scambio di opinioni e i commenti mi fanno molto piacere ma se stai scrivendo qualcosa che riterrò offensivo o di cattivo gusto allora il commento non avrà risposta e sarà cancellato.
Per evitare spam la moderazione è attiva solo per post di più di 30 giorni.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...