Pagine

giovedì 9 settembre 2010

Traffico sulle provinciali

Qualche giorno fa ho scritto dei post sui sentieri sardi della transumanza o sul traffico delle provinciali montane. Tra il serio e il faceto il tono dei post era canzonatorio di un certo mito del progresso tecnologico che solitamente è invocato in proporzione diretta alla sofferenza procurata da stitichezza mentale. Adesso è il caso di affrontare questa delicata faccenda con la dovuta serietà, poi però non dite che i miei post sono pesanti!
Con tempismo perfetto Marina mi ha fatto avere una serie di foto sul traffico di alcune strade provinciali molisane nei paraggi di Pietrabbondante che mi aiuteranno nell'impresa. Le foto sono state scattate in un lasso di tempo molto breve e fotografano - è il caso di dirlo - una situazione che non è difficile vedere in alcune zone d'Italia. Queste foto mostrano chiaramente le conseguenze devastanti del traffico sulle strade delle aree densamente urbanizzate.
Grazie a Marina per questo contributo straordinario e grazie a Damiano che delle foto è l'autore.

Quaglie in cerca d'ombra
Le code sulle strade durante gli esodi estivi sono un problema soprattutto quando si cammina sotto il sole cocente. In questi casi si osservano comportamenti davvero pericolosi da parte di alcuni viaggiatori; sorpassi azzardati, invasioni di corsia opposta. E' molto difficile in queste circostanze mantenere i nervi saldi.


Il rientro delle oche
E' il problema del pendolarismo, a fine giornata le strade diventano congestionate e il rientro è irto di rischi tra clacson impazziti e guidatori esasperati che perdono il senno della ragione. (Il paese sullo sfondo è Pietrabbondante)


Mucche indisciplinate
E' noto che i bovini sono degli autentici pirati della strada, questi esemplari osano addirittura attraversare le carreggiate impedendo così il normale flusso veicolare. Per scoraggiare questi inaccettabili comportamenti è allo studio un provvedimento per introdurre la mungitura a punti: per ogni infrazione una tetta sarà tappata!


La memoria delle pecore
Lungo questa provinciale correva un tratturo. I tratturi sono antichi sentieri della transumanza di cui le pecore evidentemente conservano memoria ancora oggi. E' bello sapere che qualcuno conserva ancora le nostre radici!

Nessun commento:

Posta un commento

Adoro lo scambio di opinioni e i commenti mi fanno molto piacere ma se stai scrivendo qualcosa che riterrò offensivo o di cattivo gusto allora il commento non avrà risposta e sarà cancellato.
Per evitare spam la moderazione è attiva solo per post di più di 30 giorni.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...