Pagine

sabato 15 maggio 2010

Assonanze mediterranee


A quanti amano la poesia invito a leggere il Taccuino Blu del mio amico Vincenzo Errico. Sono passati alcuni anni da quando mi regalò Retrovie. In quel volumetto i suoi versi 'duettavano' con quelli di Giuseppe Farinella.
Sono contento che Vincenzo abbia deciso di scrivere le sue poesie in un blog e sono contento di aver osato duettare anch'io con i suoi versi.

2 commenti:

  1. ...e si scoprì poeta!
    bella "clessidra di parole"..dove però le parole si mischiano,e quando la capovolgi l'ordine di passaggio cambia..è come nella poesia, le stesse parole allineate diversamente cambiano tutto il senso..vale anche per la prosa,ma nella poesia è più accentuato
    andrò a leggere Vincenzo

    RispondiElimina
  2. "Diceva Benedetto Croce che tutti fino a diciott'anni scrivono poesie, dopo i diciott'anni restano a scriverle solo due categorie di persone: i poeti e i cretini, quindi io precauzionalmente mi definisco un cantautore." Fabrizio De Andrè.

    Poeta è una parola grossa, troppo impegnativa e, a mio avviso Vincenzo la merita, io no. Ma di tanto in tanto, raramente, pubblico qualche verso nel blog, l'ho già fatto un paio di volte.

    RispondiElimina

Adoro lo scambio di opinioni e i commenti mi fanno molto piacere ma se stai scrivendo qualcosa che riterrò offensivo o di cattivo gusto allora il commento non avrà risposta e sarà cancellato.
Per evitare spam la moderazione è attiva solo per post di più di 30 giorni.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...