Pagine

martedì 17 aprile 2012

Manifesto per un soggetto politico nuovo

Ritorno brevemente su una faccenda di cui ho già scritto qualche rigo un po' di giorni fa. Poiché ci tengo mi ripeto. Si tratta del manifesto per un soggetto politico nuovo. E' una proposta nata dal basso nel contesto dei comitati referendari per l'acqua pubblica e che sta trovando molto spazio nelle pagine di il Manifesto e pochissimo spazio, pressoché nullo, su ogni altro mass-media (troppo impegnati con gli orecchini della Rosy Mauro!). Il manifesto per un soggetto politico nuovo è qualcosa di molto più interessante della costituzione di un altro partito, è un discorso di metodo per riportare al centro del dibattito politico la partecipazione informata dei cittadini, in poche parole il cuore della proposta è affiancare alla irrinunciabile democrazia rappresentativa dei partiti la pratica della democrazia partecipata avendo chiari alcuni principi chiave come quello dei beni comuni.
Il documento è molto articolato e in alcuni punti discutibile, molte perplessità sono state sollevate da Rossana Rossanda, grande madre di il Manifesto che vede nell'iniziativa un abbandono troppo frettoloso delle esperienze del novecento e mette in guardia dalla mancanza di un progetto. Importante al riguardo la risposta di due dei firmatari Paul Ginzborg e Stefano Rodotà. Ginzborg mette in evidenza come il manifesto concentri l'attenzione per adesso sugli aspetti di metodo della democrazia e Rodotà che, con la lucidità che lo caratterizza, sottolinea che si tratta di un progetto aperto e che la sua adesione è stata condizionata da molte riserve, alcune comuni a quelle sollevate da Rossanda, ad ogni modo riconosce che l'iniziativa apre un dibattito di cui la politica italiana ha molto bisogno. Alberto Lucarelli e Ugo Mattei, tra i redattori del manifesto, provano a raccogliere le critiche definendo un programma di massima del futuro soggetto.
Dalla pagine di il Manifesto ci sono molti altri interventi al riguardo ma quelli che ho citato mi sembrano essenziali.

Se condividi il manifesto puoi aderire firmandolo.

Per chi vive a Roma venerdì 20 aprile dalle 17.00 alla Città dell'Altra Economia nella sala Dino Frisullo (Testaccio, ex-mattatoio) ci sarà il primo incontro "per conoscersi, scambiarsi frontalmente le idee sull’essenza e le prospettive del manifesto, sui contenuti da dare alla proposta politica ad integrazione del testo".

Nessun commento:

Posta un commento

Adoro lo scambio di opinioni e i commenti mi fanno molto piacere ma se stai scrivendo qualcosa che riterrò offensivo o di cattivo gusto allora il commento non avrà risposta e sarà cancellato.
Per evitare spam la moderazione è attiva solo per post di più di 30 giorni.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...