Pagine

domenica 10 maggio 2020

La mia casa

Il vecchio mi disse: va a cercare la tua casa e poi torna da me per dirmi com'è.
Cercai a lungo. Trovai una casa, tornai dal vecchio che aveva un altro volto.
- ho trovato una casa ben arredata con ricco mobilio, sontuosi tappeti e un giardino lussureggiante.
Il vecchio mi guardò a lungo e disse: quella non è casa tua, torna indietro a cercare meglio e poi torna da me a dirmi com'è.
Il viaggio fu più lungo della prima volta, quando trovai una casa tornai dal vecchio. Non lo trovai e nessuno sapeva dirmi dove abitasse. Lo incontrai di notte, non ero certo di essere sveglio, aveva il volto di una donna.
- ho trovato una casa dai muri crepati e dai mobili tarlati, i fiori erano morenti, nessuno li innaffiava da molto tempo.
Il vecchio con il volto di donna mi guardò a lungo, sorrise e disse: quella non è ancora casa tua. Torna indietro a cercare la tua casa e torna da me per dirmi com'è.
Passarono molti anni o forse pochi giorni. Trovai solo un mucchio di macerie, tra le rovine affioravano pezzi di mobili, lacerti di lettere e vecchi album di foto strappate. Non ci fu bisogno di tornare dal vecchio con il volto di donna, era seduto tra le rovine e aveva il volto di mia madre. Mi guardò con dolcezza dicendo: figlio mio hai finalmente trovato la tua casa.

2 commenti:

  1. Che bel post che ho letto con grande interesse, scritto bene e con una bella sensibilità descrittiva

    RispondiElimina

Adoro lo scambio di opinioni e i commenti mi fanno molto piacere ma se stai scrivendo qualcosa che riterrò offensivo o di cattivo gusto allora il commento non avrà risposta e sarà cancellato.
Per evitare spam la moderazione è attiva solo per post di più di 30 giorni.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...