Pagine

lunedì 28 settembre 2015

E' morto un comunista



XII

Pensammo una torre.
Scavammo nella polvere.

XXIV

Da noi discendete. Da ciò che fummo.
La rosa non ci sarebbe.
Se ci cancelli, s'apre un abisso.

Pietro Ingrao, Da L'accaduto. In Il dubbio dei vincitori, 1986.


EXIT

E un tratto mi perdo, mi sporgo:
da un ciglio stupefatto
i gridi, e duelli, le catene
del conflitto,
l'impallidire degli eventi
l'ondularsi inconoscibile della distanza.
Rari suoni ormai dal labbro, prima del silenzio.

Pietro Ingrao, Da Prediche serali. In L'alta febbre del fare, 1994.

2 commenti:

  1. Eravamo già orfani, ma adesso di più.

    RispondiElimina
  2. e nessuno sostituirà persone così, il saldo è drammaticamente negativo

    RispondiElimina

Adoro lo scambio di opinioni e i commenti mi fanno molto piacere ma se stai scrivendo qualcosa che riterrò offensivo o di cattivo gusto allora il commento non avrà risposta e sarà cancellato.
Per evitare spam la moderazione è attiva solo per post di più di 30 giorni.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...